Moltiplicare rose per talea estiva: ecco qualche utile consiglio

0

Avete la necessità di moltiplicare rose per tale estiva? Allora dovreste prendere in considerazione questi utilissimi suggerimenti. Si tratta di un’operazione davvero molto semplice, soprattutto in virtù del fatto che offre la possibilità di ricavare delle piante che sono praticamente uguali a quella di partenza.

Già nel corso della stagione estiva c’è la possibilità di dare il via a questa moltiplicazione e la percentuale di riuscita è davvero molto alta. Si tratta di una di quelle operazioni che può essere effettuata senza alcun problema su qualsiasi tipologia di rosa, anche da tutti coloro che non hanno una grande esperienza in questo settore.

Moltiplicare rose per talea estiva, ecco qual è la tecnica corretta

Basta, infatti, avere un minimo di conoscere in merito alla tecnica corretta e poi si potrà sfruttare la talea come metodo fisso per la moltiplicazione non solo delle rose, ma anche dei gerani, così come delle ortensie e di tutte le altre piante che finiscono piuttosto di frequente su terrazzi e balconi.

Il primo passo per chi deve moltiplicare le rose è quello di scegliere la pianta madre che deve essere riprodotta. Tagliatene un pezzettino, utilizzando sempre delle forbici dalla lama affilata: si tratta della talea, che deve avere una lunghezza pari a quantomeno 15 centimetri e deve essere formata da 3-5 nodi.

È importante ricordare come, se lo scopo dovesse essere quello di prelevare una sola talea, è importante inserirla in un vasetto di plastica oppure di coccio, con un diametro pari ad almeno 14 centimetri. Quando le talee sono di più, è fondamentale optare per una fioriera, cercando di conservare la distanza corretta tra queste ultime, che deve essere pari quantomeno a 10 cm.

Umidità e morbidezza, ma anche compattezza

Il terriccio che si deve sfruttare deve essere lievemente umido e anche piuttosto morbido. Lo si può ricavare in modo molto semplice, mischiando del terriccio universale (per 2/3) con della sabbia (1/3). Così, saranno preservati sia la compattezza che la morbidezza e la talea potrà sfruttare il giusto livello di umidità per radicare, senza però doversi preoccupare della formazione di pericolosi ristagni d’acqua sul fondo.

Per fare in modo di moltiplicare le rose, prima di inserire nel terreno la talea, il consiglio è quello di immergere la parte più estrema della base all’interno di un ormone radicante, detto anche rizogeno. Si tratta di un’operazione che ha come scopo principale quella di far attecchire meglio la talea. Gli ormoni radicanti si possono trovare in formato liquido oppure anche in polvere.

Ideepratiche

Potrebbe piacerti anche Altri di autore

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.