Piatti vecchi, ecco come decorarli per poterli riciclare

0

Tutti, all’interno della propria abitazione hanno dei piatti vecchi che hanno in mente di buttare. Ebbene, potreste anche evitare di farlo e dare il via ad un’attività di riciclo virtuoso. Magari un piatto di un vecchio servizio che pensavate di aver regalato in qualche occasione e invece è rimasto sempre lì: non c’è niente di più bello che decorarlo.

Decorare vecchi piatti, che idea!

Dare un tocco di freschezza e di colore a dei piatti vecchi è certamente un bel modo anche per riciclare degli oggetti che, altrimenti, finirebbero al 100% nella spazzatura. Eppure, l’occasione per donare una nuova personalità a questi piatti è veramente dietro l’angolo: certo, bisogna impegnarsi e avere un po’ di tempo libero.

Cosa serve

In fin dei conti, per la decorazione di vecchi piatti non serve tantissimo. È sufficiente avere a disposizione pennello, colori, cutter e matita. Bastano solamente questi “ingredienti” per poter dare il via alla decorazione, tra sfumature, decori innovativi, intagli e quant’altro. Insomma, bisogna lavorare davvero di fantasia.

Il primo passo

La prima cosa da fare, quindi, è quella di recuperare qualche vecchio piatto di un servizio che non usate più, poi dotatevi di una bomboletta di colore spray di diverse tinte, ma servono anche forbici, un cartoncino, cutter, matita, un rotolo di nastro adesivo di carta o di pellicola adesiva.

Ricoprire con nastro adesivo

Dopo aver lavato in modo accurato i piatti, tutta la superficie deve essere ricoperta con il nastro adesivo o la pellicola adesiva. A questo punto, cercate di premere, magari con un panno, in modo tale da far aderire questo materiale con il piatto il più possibile.

Passiamo al passaggio successivo

Le dime di cartoncino possono essere realizzate effettuando il download dal web di foto decorative e varie sagome. Il formato deve essere chiaramente ridimensionato in relazione alle dimensioni del piatto. La dima va posizionato sul piatto e con la matita si deve seguire il profilo, disegnandolo sul piatto. Prestando la massima attenzione, i contorni del disegno vanno inciso a matita, sfruttando il cutter. Occhio a non provocare dei segni sul piatto: la quantità di nastro in più va tolta. In pratica, deve restare solo quella parte in cui è presente il disegno della sagoma.

L’ultima fase

Spruzzate il colore spray, evitando di farlo in ambienti chiusi e su tappeti o divani. Aspettate che si asciughi tutto, per poi dare una seconda mano oppure per realizzare degli effetti sfumati. Magari, provate ad alternare due tonalità differenti. Una volta che il piatto si è asciugato, rimuovete la protezione e aggiustate le diverse sbavature che possono essere presenti.

Ideepratiche

Potrebbe piacerti anche Altri di autore

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.