Ritinteggiare casa, ecco alcuni preziosi consigli da seguire

0

Vi siete messi in testa di ritinteggiare casa, ma avete paura di combinare qualche disastro? Capita di frequente, infatti, che nel tentativo di dare un tocco di freschezza e innovazione alle pareti della propria abitazione, si commettano degli errori madornali. Eppure, rimandare questo lavoro non serve a nulla, dal momento che ogni momento libero può essere adatto per ritinteggiare efficacemente le stanze di casa.

Ritinteggiare casa, faidate o personale specializzato?

Ci sono alcuni accorgimenti che devono essere seguiti per evitare di ritinteggiare casa e dover chiamare dopo pochi giorni degli operai di una ditta specializzata per sistemare tutti i piccoli o grandi disastri che avete combinato. Insomma, il fai da te ci sta, ma deve essere fatto in modo serio.

Nuova luce

Nel momento in cui si vuole dare una nuova luce e atmosfera a diverse stanze della propria casa, ritinteggiare le pareti diventa la soluzione più efficace. In realtà, non è così difficile come può sembrare: basta stare attenti a quelle poche regole necessarie per fare un ottimo lavoro e lasciare tutti a bocca aperta.

Il periodo migliore

Il periodo più adeguato per effettuare un’operazione del genere è senz’altro quello primaverile, oppure durante la stagione estiva. L’importante innalzamento delle temperature, tipico di queste due stagioni, porta infatti un vantaggio indiscutibile: la pittura si asciuga molto più in fretta e si può arieggiare la stanza, in modo tale da far andar via velocemente l’odore, senza correre il rischio di beccarsi un raffreddore.

Ogni quanto tinteggiare casa?

Nella maggior parte dei casi si consiglia di eseguire la tinteggiatura circa ogni 5-6 anni. È chiaro, però, che si tratta di un dato che viene condizionato notevolmente non solo dalle preferenze, ma anche dalle abitudini della propria famiglia.

Con bambini e animali le pareti tendono a sporcarsi di più

Ad esempio, se nell’abitazione ci sono dei bambini oppure degli animali domestici, come cani e gatti, allora è chiaro come le pareti possano sporcarsi con molta più facilità e rapidità. Per non scordare il fatto che determinate stanze, come ad esempio il bagno piuttosto che la cucina tendono, per via dell’umidità, ad essere colpite dalla formazione di muffe.

Le precauzioni da prendere

Prima di darsi da fare con la tinteggiatura, però, è bene preparate tutto l’ambiente che dovrà essere pitturato. Bisogna prestare attenzione a non sporcare i mobili e i vari elementi d’arredo. Quindi, è necessario coprirli utilizzando dei teli in plastica, mentre sia le porte che le finestre possono essere rivestite utilizzando dei giornali attaccati con lo scotch al vetro. Stesso discorso per il pavimento, che si può coprire con teli di plastica o con dei cartoni.

Ideepratiche

Potrebbe piacerti anche Altri di autore

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.