Vaso di recupero, ecco come decorarlo e personalizzarlo

0

Avete a disposizione un vecchio vaso di recupero, ma non sapete cosa farne? Evitate di buttarlo, dal momento che potete riutilizzarlo in qualcosa che può tornare utile per il futuro. Ad esempio, un semplice vaso di recupero può trasformarsi in un vero e proprio regalo a tema di Pasqua.

Vaso di recupero, come riportarlo a nuova vita

A volte si pensa che possa servire chissà quale genio nell’effettuare questo piccoli lavori, ma sono sufficienti colori e un pochino di immaginazione, per dare ad un vecchio e anonimo vasetto una luce e una funzione completamente nuove. Addirittura, può diventare un ottimo portapiantine oppure portafiori da inserire al centro della tavola ornata a festa per Pasqua.

Un’idea pratica

Quindi, scopriamo un’idea molto pratica e facile da realizzare proprio per Pasqua, che abbia uno stile elegante, ma anche minimal. Il vaso di recupero, però, si può anche collocare su una mensola, oppure in un angolo della casa per donargli nuova luce.

Quello che serve

Tutto ciò che serve sono etichette adesive circolari, colori spray bianco e rame, della carta di vecchi giornali, un vaso di recupero e un cutter. Il primo passo è quello di pulire in maniera molto attenta il vaso utilizzando un panno di cotone e un po’ d’acqua, cercando di rimuovere polvere, sporco e quatn’altro.

La prima fase

Successivamente, lasciatelo asciugare e coloratelo con delle velature di bianco spray, lasciando poi asciugare e svolgendo questo lavoro direttamente su una carta di giornale, in modo tale da non sporcare in giro. Una volta che il vaso si è asciugato, si può passare ad incollare le etichette adesive sulla sua superficie. Tutte le etichette devono essere applicare premendo con un panno, facendo in modo che possano aderire alla perfezione alla superficie.

La seconda fase

Successivamente bisognare scegliere una stanza che sia ben aerata e cominciare a colorare il vaso usando una velatura rame spray. Aspettando che poi lo stesso si asciughi, si può dare una seconda mano, in modo tale da ravvivare la colorazione. Infine, potete rimuovere le etichette adesive precedentemente applicate usando il cutter, evitando di lasciare dei graffi sul vaso.

Potete usarlo anche per ospitare dei fiori recisi

Se volete, all’interno del vaso ci starebbero molto bene anche dei fiori freschi recisi: quelli di pesco o ciliegio si adattano molto bene a questo scopo. Versate dell’acqua nel vaso, oppure anche del concime o sementi e poi aggiungete le piante che avete in mente.

Ideepratiche

Potrebbe piacerti anche Altri di autore

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.