Capanno degli attrezzi, ecco come realizzare il tetto verde

0

Chi ha a disposizione uno spazio verde di grandi dimensioni con un capanno degli attrezzi, spesso e volentieri ha intenzione di migliorare l’aspetto di quest’ultimo. In alcuni casi, è sufficiente provvedere a curare la copertura del tetto usando del verde.

Sono notevoli i vantaggi di creare il tetto verde sul capanno degli attrezzi. Chiaramente il primo è quello dal punto di vista estetico, visto che ci sarà un’integrazione perfetta all’interno del giardino e sarà in grado di offrire un livello di isolamento termico decisamente più alto nell’ambiente interno del capanno, con un comfort notevole sia durante la stagione estiva che nel corso di quella invernale.

Un tetto verde può essere realizzato con grande facilità, ma serve prestare la massima cura per preservare la sicurezza dell’intera struttura. Esattamente per questa ragione, è fondamentale andare a controllare sia il livello di integrità che la stabilità del capanno stesso. Tale struttura, infatti, deve avere tutte le capacità per sopportare il peso sia del substrato che delle piante che qui si svilupperanno, senza dimenticare chiaramente l’azione degli agenti atmosferici, come ad esempio neve e pioggia.

La creazione di un tetto verde, di conseguenza, passa necessariamente da una valutazione approfondita che deve essere svolta da un professionista, come un tecnico geometra oppure un ingegnere. Bisogna sempre tenere a mente come un tetto verde, mediamente, è in grado di pesare qualcosa come 150 chili per ciascun metro quadro di superficie.

Per la realizzazione del tetto verde sul capanno degli attrezzi, il primo passo è quello di sfruttare la lastra che farà da base per la struttura del capanno e che verrà usata come contenitore per le piante e la terra, in maniera tale che non faccia scivolare nulla.

Le assi di compensato, quindi, sono la soluzione più adatta per la realizzazione delle pareti laterali del contenitore che, alla fine, diventerà proprio il tetto verde. Attenzione alla saldatura della parte laterale sul tetto, così come alla copertura della superficie interna usando un sottile strato di guaina.

Quali piante usare per la copertura? Tale scelta, spesso e volentieri, dovrebbe prendere in considerazione piante rustiche e frugali, che non abbiano bisogno di particolari cure. Di conseguenza, la cosa migliore da fare è quella di optare per delle piante perenni rustiche, che si adattano a ogni clima, visto che garantiscono un buon livello di resistenza rispetto alle intemperie, sia d’estate che durante la stagione invernale. L’importante è che siano piante dotate di un apparato radicale che si sviluppa in superficie.

Ideepratiche

Potrebbe piacerti anche Altri di autore

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.