Spugnatura a parete: ecco come funziona

0

È innegabile: dare un tocco alle pareti riesce sempre a garantire un effetto stilistico di primo livello. Spesso e volentieri, però, bisogna mettere in evidenza come non sia proprio un’operazione tanto facile da realizzare. Ecco spiegato il motivo per cui, seguendo qualche semplice accorgimento, si può raggiungere un ottimo risultato anche senza avere una grande esperienza con questo tipo di lavoretti.

La spugnatura si può considerare come una delle tecniche maggiormente apprezzate e utilizzate per quanto concerne la decorazione murale. Questa denominazione è legata al fatto che viene portata a termine usando proprio una spugna, che si caratterizza per essere sintetica piuttosto che naturale.

Quindi, una delle discriminanti legate all’uso di questa tecnica decorativa è senz’altro il tipo di spugna che viene usata. È chiaro che se si usa la spugna sintetica si ottiene un certo effetto, mentre è diverso con la spugna naturale. Con le spugne sintetiche oppure industriali, che presentano un disegno che si continua a ripetere in modo costante, la finitura che si ottiene è decisamente più compatta e omogenea. Discorso diverso per le spugne marine, invece, dal momento che si caratterizzano per avere una superficie molto eterogenea e con un effetto poco regolare.

Ideepratiche

Potrebbe piacerti anche Altri di autore

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.