Piante ricadenti, ecco un ottimo sistema per celare i termosifoni

0

Spesso e volentieri, basta davvero pochissimo per innovare il vostro ambiente di casa. Proviamo a pensare, ad esempio, ai caloriferi che rimangono spenti per la bellezza di sei mesi durante l’anno. Ebbene, a dispetto di quello che si potrebbe pensare si possono riutilizzare in maniera decisamente creativa, soprattutto se vengono utilizzati come veri e propri piani d’appoggio per varie composizioni di piante ricadenti.

Le piante ricadenti, quindi, possono trasformarsi in un’interessante opportunità e idea per far diventare un calorifero spento un elemento stilistico di grande impatto durante la stagione estiva. È proprio quando fa più caldo, infatti, che il termosifone rimane spento e rappresenta quasi un pugno nell’occhio nell’abitazione.

La copertura dei termosifoni in estate? Usando delle piante ricadenti

Il fascino dei termosifoni è chiaramente correlato alla stagione invernale, quando vengono usati per trasmettere calore all’interno appartamento. Durante i mesi estivi, però, vengono lasciati un po’ in disparte e, di conseguenza, si può sfruttare qualche idea creativa per provare a renderli più “partecipi” all’interno dello stile della propria abitazione.

Da circa metà-fine aprile fino alla fine di settembre e alla prima parte del mese di ottobre, c’è la possibilità di sfruttare i termosifoni alla stregua di veri e propri piani d’appoggio per le piante che si hanno già in casa. Bisogna prestare un po’ di attenzione per la sistemazione dei vasi, visto che deve avvenire nella più totale sicurezza.

Nel caso in cui manchi un davanzale, questa soluzione può essere veramente ottima. La mensola va collocata e installata direttamente al di sopra del termosifone. Altrimenti, c’è la possibilità di fissare i portavasi degli agganci ai montanti del calorifero: si possono usare gli stessi che vengono collocati in balcone d’estate.

La sistemazione dei portavasi

In questo modo, quindi, si può ottenere un perfetto sipario verde che riesce a celare alla perfezione il termosifone. Le piante ricadenti, quindi, possono essere posizionate all’interno di una cassetta dalla forma allungata. Le misure devono essere grandi tanto quanto lo spazio che ovviamente si ha a disposizione, altrimenti si può optare per sfruttare dei vasetti differenti.

La soluzione migliore è quella di optare per delle specie di piante ben precise, ovvero quelle che hanno un portamento ricadente. In questo modo, infatti, si può raggiungere l’obiettivo di celare il più possibile lo spazio del termosifone, inserendo un po’ di colore all’interno del proprio ambiente domestico, che non fa mai male. Attenzione, però: sono piante come le altre e, quindi, bisogna averne la massima cura.

Ideepratiche

Potrebbe piacerti anche Altri di autore

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.